menu alto

Quella di Lostallo sta diventando una gara di riferimento internazionale. L’evento che MRTM Lostallo e MRC Chiasso organizzano sul tracciato ai piedi...

Reportage F1 in scala 1/10 - Lostallo

Fra le novità in arrivo dalla Kyosho nei negozi di modellismo troviamo il nuovo truck Readyset Monster Tracker in scala 1/10.

Monster Tracker 2WD in scala 1/10

Dopo l’annuncio di inizio luglio la coreana G-Made ha pubblicato tutte le caratteristiche e un video dove è possibile vedere in azione il nuovo Rock Buggy GOM...

G-Made GOM 4WD Rock Buggy

La Tekno Rc ha annunciato l’uscita del nuovo buggy da competizione EB410 in scala 1/10. Il modello utilizza una trasmissione a quattro ruote motrici...

Tekno RC EB410

 

Io per lavoro produco automodelli statici per collezionismo e per hobby ho sempre fatto RC racing a vari livelli in varie categorie. Lo ammetto senza problemi, gli Scaler e il Crawling li ho sempre seguiti poco. Non ho mai avuto l’occasione di approfondirne la conoscenza.

Frequentando le fiere di settore, con il  mio lavoro di giornalista, guardando i siti come Hobbymedia e frequentando amici che praticano queste due discipline non sono completamente analfabeta sugli argomenti Scaler e Crawling, ma non posso nemmeno dire di conoscerli a fondo. Dal punto di vista dei telai e dei numerosi accessori, dei set up parzialmente si, ma la disciplina nel suo DNA no. Ci sono aspetti che mi sono oscuri, ma come tutto il modellismo mi incuriosisce.

Forse dirò delle ovvietà per chi pratica queste discipline, ma per chi non le conosce forse sarà uno spunto anche per migliorare ambienti diversi da questo. Le mie impressioni al #recong6 sono state forti, sensazioni che mi fanno pensare e ragionare. Sensazioni che voglio condividere con voi.

Telai e gomme sono ovviamente studiati per funzionare al meglio sui terreni di utilizzo, per avere grip nei punti scivolosi, arrampicarsi sulle rocce, muoversi agevolmente nei fiumi e tanto altro.

Le carrozzerie e i numerosi accessori servono per dare quel realismo che non si limita all’essere bello da vedere sia sulla mensola di casa che nei percorsi più o meno difficili tra fango, rocce e boschi.
Carrozzerie rifinite come quelle di un’auto vera, abitacoli curati, piloti verosimili, luci funzionanti e tanta, ma tanta coreografia che è li per puro gusto estetico, per trasmettere passione e realismo a chi pratica e a chi osserva da fuori. Non serve, non è funzionale, non fa andare meglio, anzi a volte è proprio il contrario perché è peso da spostare che crea qualche problema di baricentro, ma offre quell’alone di avventura intorno al modello che rende affascinante la categoria.

 

Tutto quello che si può mettere nel cassone di un pick up o su un portapacchi, lo trovate. Il realismo dei mezzi è assicurato anche da adesivi, scritte, targhe, specchietti retrovisori, verricelli, ganci traino e molto altro tutto in scala…
Ho visto gomme, attrezzature da campeggio, servizi antincendio, generi di sopravvivenza, taniche e fusti di benzina, bombole del gas, ombrelloni, casse di birra, griglie e tantissimo altro. Tutto come se fossero dei veri mezzi pronti a partire per un campeggio “estremo” o una missione in ambienti ostili come il deserto o una foresta.

Fin qui nulla di particolare, sono cose che abbiamo sempre visto. Magari non curati come certi modelli presenti qui oggi, ma li abbiamo sicuramente visti.

Quello a cui però non ero preparato sono le famiglie. Sono abituato a vedere piccoli gruppi di amici che condividendo la passione, fanno trasferte assieme. Raramente vedo qualche fidanzata che chiacchiera a bordo pista annoiata dalle macchine che girano.

Qui invece ho visto nonno, papà, mamma, figlio e cane tutti in giro assieme, ognuno con il suo modello (tranne il cane), con la radio in mano a divertirsi, passando un week end lontani da lavoro, stress, vicini di casa, politica, arrabbiature e altri veleni della vita quotidiana. Sempre sorridenti anche quando il modello precipita per 5 metri di scarpata.

Fanno amicizia con persone che solo perché hanno una radio in mano sono amici. Non avversari! Non nemici come accade in pista, ma amici. Amici con cui parlare, amici da conoscere, amici con cui interagire, amici per passare il week end e organizzarsi per il prossimo raduno.

Non ero preparato a questo, ai singoli gruppetti di compagni si, ma alla facilità di dialogo e interazione tra famiglie intere e gruppi no. A questo non ero pronto. Non me lo aspettavo.
Sono rimasto molto impressionato da questo e ritengo che la magia del #ReconG6 sia proprio questa. A Maggiora nel campo gara di autocross si è tenuto questo evento con circa 270 piloti accreditati e famiglie! Gente venuta da tutta Italia e mezza europa sotto l’organizzazione americana del #recong6. Un intero week end di festa, di mercatini, di sana condivisione di un hobby che nei suoi vari modi di esistere è sempre il più bello del mondo… e questo è un angolo di quel mondo particolarmente felice. Quando il modellismo non è solo una passione.

#ReconG6 è una grande festa, ben organizzata, divertente, appassionante e spettacolare.
Il prossimo anno io ci tornerò!

Buona visione di alcuni scatti fatti durante la manifestazione di sabato.

 

 

La francese Parrot ha svelato il nuovo Parrot Bebop 2 Power, la nuova versione full optional del famoso drone che arriverà a fine settembre presso i principali negozi di modellismo, elettronica di consumo e sul sito ufficiale parrot.com.

Leggero (pesa appena 525 grammi), robusto, compatto e facile da pilotare, Parrot Bebop 2 Power integra un’ampia gamma di tecnologie e funzionalità che lo rendono perfetto sia per piloti che vogliono solo divertirsi che per gli appassionati di riprese video.

Grazie alla struttura in fibra di vetro e Grilamid , il Bebop 2 Power è dotato di un nuovo design Dual Black, che combina due texture diverse di nero: lucido e opaco.

Continua a leggere

immagine non disponibile
immagine non disponibile
immagine non disponibile
Slider

La ARRMA distribuita dalla Hobbico ha pubblicato il teaser video della nuova versione 2018 del truggy brushless Talion BLX 6S. Il modello è stato ottimizzato per raggiungere la velocità di oltre 110 km/h così come viene fornito. Il truggy è venduto in versione RTR pronto a correre e fra le altre novità annunciate troviamo una nuova carrozzeria con alettone posteriore low-profile, nuove gomme, ammortizzatori con alberi da 4mm, un nuovo box per la ricevente e braccetti, bulkheads e hub frontale rinforzati.

Continua a leggere

Ieri sul mini autodromo RC Track Jean Nougier di Monteux si è concluso il campionato del mondo IFMAR 1/8 pista. Il titolo di campione del mondo è stato conquistato dall’italiano Dario Balestri (Infinity / Max Power / Runner Time). Al secondo posto Simon Kurzbuch (Sheperd / Novarossi / Energy) seguito da Shoki Takahata (Mugen / OS Engine / Runner Time). In basso la classifica finale dei primi dieci piloti dove troviamo altri due italiani: Alessio Mazzeo al quarto posto e Alberto Picco in settima posizione.

Continua a leggere





La Xray ha presentato la nuova versione per il 2018 della touring car da competizione T4 in scala 1/10. Negli ultimi anni il modello ha ricevuto una serie di modifiche e upgrade e in questa nuova versione troviamo un layout degli ammortizzatori Ultra Low Profile ULP completamente nuovo. Questi ammortizzatori sono fra i più corti sul mercato e sono più bassi degli SLP di ben 4 millimetri. Questo nuovo layout abbassa il centro di gravità migliorando controllo durante le curve veloci con una risposta più precisa dello sterzo, trazione e rollio.

Continua a leggere

Finalmente siamo giunti alle finali di questi Campionati mondiali IFMAR di automodelli 1/8 a scoppio pista. Grazie al lavoro e alla dedizione del team di RC Racing TV ci sembra di essere anche noi in Francia per il mini autodromo RC Track Jean Nougier di Monteux.

A partire dalle 16 potremo seguire la finale che incoronerà il campione mondiale di quella che è considerata la Formula Uno dell’automodellismo radiocomandato.

Continua a leggere