menu alto

News: Associated

La Team Associated ha presentato due nuove versioni RTR dello short course truck SC10. La prima che vedete in alto con la livrea Lucas Oil e la replica del truck di Carl Renezeder mentre la seconda è dedicata a Doug Mittag, entrambi piloti professionisti di questa popolare categoria automobilistica americana. Entrambi i modelli sono venduti pronti a correre e vengono forniti con elettronica Reedy che include regolatore di velocità brushleess, ricevente con box sigillato, motore da 3300kv e servo waterproof con ingranaggi in metallo.

Continua a leggere

immagine non disponibile
immagine non disponibile
immagine non disponibile
Slider

Da qualche giorno negli App store di Apple e Android è disponibile la nuova App sviluppata dai tecnici di Team Associated  per smartphone e tablet. “AE Garage” è uno showroom interattivo che permette di scoprire tutti i dettagli dei modelli prodotti dal famoso brand americano. All’interno è possibile guardare interviste ai progettisti Associated, ruotare i modelli di 360 gradi e scoprirne tutte le specifiche tecniche.

Continua a leggere

Team Associated, conosciuta per i propri automodelli da competizione, ha appena rilasciato il Nomad DB8: un desert truck Ready To Run in scala 1/8 in edizione limitata. Questo modello off road è costruito sulla piattaforma da competizione RC8

Il Nomad DB8 è dotato di un rollcage che protegge il modello dagli urti più pericolosi ed è ricco di dettagli realistici come la replica in scala del pilota e del navigatore. In  basso puoi vedere uno schema con le principali caratteristiche di questo nuovo desert buggy della Associated.

Continua a leggere





La Team Associated ha presentato la nuova Pan Car RC12R6 Factory Team in scala 1/12. Il modello è disegnato per offrire tutte le caratteristiche richieste dai piloti professionisti: stabilità, velocità e trazione. Il progetto di questo nuovo modello è basato sull’abbassare il più possibile il centro di gravità, rigidità del telaio dove serve e soluzioni e materiali adatti a migliorare le prestazioni.

Fra le caratteristiche troviamo i braccetti anteriori bassi realizzati in grafite e superiori in materiale composito, telaio in alluminio 7075-T6, pod plate posteriore in grafite, perno centrale ultra-scorrevole, ammortizzatore centrale anodizzato Kashima Coat, montante del servo flottante e possibilità di montare la batteria in tre differenti posizioni.

Continua a leggere





AE International GP, il Workshop del Team Associated di Juho Levanen

Juho Levanen è stato più volte Campione Europeo, ha vinto all’ETS e in tante altre occasioni internazionali, è il pilota di riferimento del Team Associated e soprattutto in tanti anni è cresciuto sotto la guida di Craig Drescher sviluppando un’estrema capacità di messa a punto del modello. Contrariamente a quanto si possa pensare dei ragazzi finlandesi è abbastanza loquace, comunica senza problemi, scherza fa pettegolezzi su colleghi e conoscenti… Insomma è un ragazzo normalissimo come tanti altri.

Si diverte, gioca con i modelli che sono anche il suo lavoro, in pista è molto professionale, ai box fa casino ma sul palco si trasforma in un pilota spietato, cosa che ha ampiamente dimostrato non lasciando nulla d’intentato per tentare il risultato. Non è espansivo e folle come altri personaggi che conosciamo, ma non si tira indietro nel confrontarsi e consigliare e la sua competenza tecnica porta molti a chiedergli consiglio su moltissime cose.

AE International GP, il Workshop del Team Associated di Juho Levanen

Davanti all’obiettivo non si emoziona e parla in inglese con estrema semplicità e chiarezza permettendo a tutti di capirlo con un linguaggio semplice e diretto al punto. In particolare nel seminario che abbiamo registrato e in cui ha parlato del tweak la sua esposizione tecnica è durata solo pochi minuti, non più di cinque. In questo poco tempo, ha spiegato come lui procede, verificando il telaio, usando i blocchetti per verificare che sia dritto, come si vede nella prima foto.

Continua a leggere

Associated

La gara, organizzata sotto l’ala protettrice del Team Associated, è stata un primo test di questo format per il team americano. La struttura ospitante è l’Indoor Chilelli di Scrivia, dove il nerissimo asfalto è stato il ring ideale per un fine settimana avvincente, per certi versi innovativo e sicuramente interessante e costruttivo sotto moltissimi aspetti.

Partiamo dall’aspetto più evidente: le carrozzerie. La nuova M410 di Bittydesign ha letteralmente spopolato tra i piloti “liberi” da vincoli contrattuali più o meno formali, riempiendo la maggior parte delle griglie di partenza. Purtroppo sono troppi i piloti che hanno usato solo il bianco intonaco come tinta unica per le carrozzerie. Il risultato? Ben 19 piloti con le macchine che differiscono tra loro solo per qualche adesivo, ma per fortuna ci sono delle piacevoli eccezioni. Il nuovo vestito Made in Italy ha mostrato un carattere e un’aggressività estetica semplicemente uniche e tutto questo nel rispetto delle norme EFRA, ma soprattutto ha offerto prestazioni di assoluto rispetto per inserimento e stabilità in curva.

AE International GP 2017

Le gomme scelte sono le LRP, un solo treno a pilota. Hanno mostrato di reggere bene allo stress della gara, previa verifica dell’incollaggio e verifica delle spalle che fanno costantemente con qualsiasi gomma. L’additivo “LRP 2” è stato usato come additivo unico, senza termocoperte. A detta dei partecipanti e dei verificatori in parco chiuso non richiede lunghi tempi di attesa per agire sugli pneumatici.

Per gli appassionati di meccanica, le cose veramente interessanti si trovano sotto i vestiti. In pista ci sono alcuni dei migliori piloti di punta dei marchi più comuni ai box, quindi abbiamo ovviamente Associated e a seguire X-Ray, Yokomo e Awesomatic. Non mancano Capricorn e Gizmo presenti però solo con solo un pilota cliente per marchio.

Continua a leggere