menu alto

News: Modellismo Statico

Recentemente lo Slasj della Traxxas è stato protagonista di un episodio della serie Destroy Build Destroy intitolato “Big Bros vs. Little Bros” che va in onda su Cartoon Network. Nel video in alto c’è la presentazione di questo show ma purtroppo la registrazione della trasmissione pubblicato qui è visibile solo dagli USA. Ci fa comunque piacere che almeno all’estero il modellismo riesca sempre di più a trovare spazio in televisione!

cn-slash-1

Continua a leggere

immagine non disponibile
immagine non disponibile
immagine non disponibile
Slider

lbx-booth-3

Nello stand della Bandai, all’All Japan Plamodel & Hobby Show 2010 (la fiera del modellismo di Tokyo che ancora non ho capito come si chiama esattamente), ho trovato un corner dedicato a Little Battle Experience (conosciuto in Giappone come Danball Senki): il videogioco della Level 5 dedicato al modellismo presentato durante il Tokyo Game Show del 2008 e poi sparito nel nulla.

Continua a leggere

ikaruga-3

Alla fiera del modellismo di Tokyo nello stand della Kotobukiya ho scovato il prototipo del plastic kit dedicato a Ikaruga: il leggendario videogioco shoot’em up della Treasure.  Il kit uscirà a inizio 2011 ma ancora non è stata decisa una data essatta I modellisti appassionati di videogiochi non rimarranno certamente indifferenti davanti una scatola di montaggio dedicata al mezzo protagonista di uno dei più famosi sparatutto a scorrimento verticale !

Continua a leggere





bandai-model-kit-world-cup-2010-2

Anche quest’anno grazie alla collaborazione fra la Bandai e la Hobby Media si terrà l’edizione 2010 della Bandai Model Kit World Cup, contest internazionale di modellismo statico dedicato a Gundam. Come ogni anno verrà selezionato il migliore modellista Italiano per partecipare alla finale internazionale.

Il primo classificato fra i partecipanti italiani vincerà un biglietto più soggiorno per Hong Kong dove potrà partecipare alla finale del contest incontrando i finalisti delle varie nazioni in concorso.

Continua a leggere

titanic-in-legno

La Hachette ha lanciato in edicola la nuova serie di fascicoli Costruisci il Titanic. Sono previste 130 uscite. Ad ogni fascicolo con periodicità settimanale sono allegati i componenti per la costruzione del modello del Titanic (completamente realizzato in legno). Durante il corso dell’opera verranno messi in vendita 3 raccoglitori per conservare i fascicoli.  La prima uscita è in edicola al prezzo di 0.99 euro mentre la seconda costerà 3.99 euro. Il prezzo delle successive uscite è di 6.99 euro (salvo modifiche che l’Editore si riserva il diritto di apportare nel corso dell’opera).

I 3 raccoglitori saranno venduti in edicola in corrispondenza delle uscite numero n. 20, n. 40 e n. 60 al costo di 7,00 euro ciascuno. I raccoglitori sono gratuiti per chi aderisce al servizio consegna a domicilio. Sempre nel corso dell’opera verrà messo in vendita la base in legno per posizionare il Titanic al prezzo di 39,90 euro.





wonder-festival-2010

Presso il Tokyo Big Sight si è svolta l’edizione estiva 2010 del leggendario Wonder Festival: la fiera giapponese del modellismo statico dedicato ai garage kit e alle statuette in vinile. Anche quest’anno Hatsune Miku (Vocaloid 2) era una dei personaggi dominanti di questo evento modellistico, ma questa estate anche le protagoniste del videogioco Love + come quelle dell’anime K-ON! hanno iniziato ad avere un notevole seguito fra i modellisti del Sol Levante. Ovviamente non potevano mancare le bellezze sexy dei manga hentai (le favorite qui in redazione!).

Continua a leggere

space-shuttle-endeavour-0

Dopo il successo dell’Apollo 11 la Bandai al Tokyo Toy Show ha presentato un nuovo die cast in scala 1/144 per gli appassionati di viaggi spaziali. Questa è la volta dello Space Shuttle Endeavour il quinto (senza considerare l’Enterprise) e ultimo Shuttle costruito dalla NASA.  Per assemblarlo vennero utilizzati pezzi di scorta dell’Atlantis e del Discovery. La scelta di costruire l’Endeavour fu dovuta al fatto che una eventuale riconversione al volo dell’Enterprise sarebbe stata troppo costosa.

Continua a leggere