menu alto

News: Biz Model

SkyRC-e660-X1

La SkyRC (distribuita in Italia da BizModel) ha annunciato il nuovo caricabatterie compatto e660. Questo nuovo caricabatterie ha 60 Watt con una potenza di carica regolabile da 0.1 a 6 Ampere e da 0.1 a 2 Ampere in scarica. Fra le caratteristiche principali troviamo schermo LCD, quattro bottoni per il setup, 10 memorie per la carica e scarica, presa USB per la ricarica di smarthphone e tablet e compatibilità con pacchi batterie iPo / LiIon / Vita / LiHV da 1 a 6 celle e NiMH / NiCd da 1 a 15 celle.

Continua a leggere

immagine non disponibile
immagine non disponibile
immagine non disponibile
Slider

SkyRC-Q200-app

La SkyRC ha pubblicato un video dove viene mostrato come utilizzare l’App SkyCharger per iOS e Android per preparare dei preset per la carica delle vostre batterie tramite codici QR. Una volta avviata l’applicazione potete impostare numero di celle, corrente di carica e salvarlo generando un codice QR. A questo punto dovrete stampare il QR code e applicarlo sulla batteria.

Ogni volta che vorrete mettere in carica la batteria dovrete solamente lanciare l’App, scegliere l’opzione Scan to GO, uno dei 4 canali disponibili sul Q200, scansionare il codice QR e il caricabatterie inizierà la ricarica con il setup che avevate salvato.

Continua a leggere

SkyRC FPV Goggle LCD Display

La SkyRC (distribuita in Italia da BizModel) ha iniziato la distribuzione del suo nuovo visore 5.8GHz Immersion GO per volo FPV. Fra le caratteristiche troviamo sistema di ricezione a 5.8GHz da 10mS, schermo interno da 7 pollici 1024 x 600px (4:3 o 16:9), supporto AV, presa HDMI, speaker integrato con regolazione del volume e doppia antenna con sistema di selezione automatica a seconda del tipo di qualità di ricezione del segnale.

Continua a leggere





SkyRC-DC-power-distributor-box

La SkyRC distribuita in Italia dalla BizModel ha presentato il nuovo DC Power Distributor Box. Collegando questo accessorio al vostro caricabatterie potrete ricaricare o alimentare cinque differenti dispositivi. Il  DC Power Distributor Box ha un ingresso da 6V a 18V, due prese USB da 5V/2.1A  e tre banana plug che potrete utilizzare con i cavi forniti nelle varianti banana, DC plug maschio e XT60.

Continua a leggere

Dji

DJI è e rimane il leader planetario attuale incontrastato nel mercato droni e multirotori, ma quest’anno a Norimberga la notizia più rilevante dello stand DJI è lo stand stesso, che è ridotto a nemmeno la metà degli anni precedenti, segno non già di politiche finanziarie più oculate visto lo stato di salute floridissimo dell’azienda cinese ma di un evidentemente ripensamento della strategia di posizionamento sul mercato.

Il canale modellistico evidentemente comincia ad andare stretto all’azienda che guida innegabilmente l’innovazione tecnologia terrestre nel settore dei droni che di fatto ormai reputa preferibili altri canali sia di comunicazione che commerciali che si rivolgano o a un’utenza più allargata dal punto di vista dei prodotti per il mercato consumer (primo tra tutti per il Mavic) o più specifica nelle applicazioni video per professionisti.

Dji

Ecco comunque lo stupendo anche dal punto di vista estetico Inspire 2, anche presente in una versione “termocamera”.

Continua a leggere





DroneCastello

DJI pubblica sul suo canale YouTube un nuovo video, sinceramente un po’ strappaclick però molto interessante e anche, diciamo così, con un risvolto circa l’uso dei droni più socialmente concreto.
Presso il castello dal nome per noi quasi impronunciabile di Haut-Koenigsbourg, una struttura medievale in Alsazia (Francia), è stata allestita una postazione live Virtual Reality per organizzare una visita molto particolare della struttura stessa.

Grazie a un Phantom 4 e a una serie di visori per la realtà viruale e la visione immersiva, una compagnia locale denominata Drone Alsace organizza delle visite speciali del sito storico, che così può essere esplorato da un punto di vista veramente inusuale.

Continua a leggere

BrushlessGimbal

L’avvento sul mercato dei brushless gimbal a due o tre assi se da una parte ha comportato la possibilità di creare riprese video molto stabili e qualitativamente sofisticate per contro richiede una certa competenza nella preparazione dello strumento.

La calibrazione del gimbal è un’operazione quantomai importante, che può pregiudicare il risultato finale dell’intera operazione.

Se questo tipo di supporti sono nati per l’utilizzo sui droni, da diverso tempo ne esistono versioni anche handheld, ossia progettate per l’uso “a mano”: in entrambi i casi equilibrare la camera sul suo supporto è un’operazione di viale importanza.

E’ una fase così determinante che DJI, nel voler semplificare le operazioni dell’utilizzatore finale, ha deciso di produrre sistemi specificamente progettati per specifiche combinazioni corpo macchina e lente e, soprattutto su tutti gli ultimi modelli offre direttamente velivoli già muniti di gimbal e videocamera, in modo da evitare all’operatore di dover imparare la procedura con i conseguenti rischi di insuccesso.

Continua a leggere