menu alto

News: droni

simulatore drone PC MAC quadricotteri DLR

Il mondo dei droni da competizione FPV sta vivendo una fase di vero e proprio boom e un numero sempre maggiore di modellisti vogliono avvicinarsi a questo affascinante hobby. Uno dei limiti di questa passione sono i costi legati alle rotture (quasi inevitabili di eliche, motori brushless, elettronica, telaio, antenne, etc.) causate dagli urti. Pilotre un drone FPV infatti non è come guidare un automodello radiocomandato (almeno se non lo si fa a livello competitivo) e richiede grande concentrazione e abilità.

Per avvicinarsi a questa forma di modellismo allora una via è quella di acquistare il nuovo Drone Racer della Kyosho, il primo quadricottero da competizione pensato per il grande pubblico (configurabile tramite l’applicazione per PC Windows Drone Racer Setting Manager), o in alternativa si può partire utilizzando uno dei simulatori di volo di droni disponibili online. Uno di questi è il simulatore di volo per FPV Drone Racing sviluppato dalla Drone Racing League (una delle organizzazioni internazionali di competizioni di multicotteri più importante del mond).

Questo applicativo “DRL SImulator” è disponibile sia per i sistemi operativi PC Windows (Microsoft) sia per i Mac della Apple con OSX.

Continua a leggere

immagine non disponibile
immagine non disponibile
immagine non disponibile
Slider

flyfast drone italiano enac APR

Con piacere segnaliamo che l’ENAC ha certificato i droni “Made in Italy” FlySmart e FlyFast 2.0 (prodotti dall’azienda romana FlyTop SpA) che quindi potranno essere utilizzabili per Operazioni Specializzate Critiche. Da ora in poi l’operatore che vorrà adoperare questi SAPR non sarà più tenuto a dimostrare l’idoneità della configurazione del mezzo impiegato e avendo in mano l’attestazione di conformità rilasciata dal produttore dovrà documentare soltanto la corrispondenza per gli aspetti operativi presentando la domanda di autorizzazione.

L’ENAC ha poi riconosciuto le caratteristiche di inoffensività per il drone FlyFast 2.0. Questo multicottero APR è a tutti gli effetti incapace di provocare danni di gravi entità, poiché provvisto di tutti i requisiti qualitativi come la una geometria non pericolosa in caso di urto, la scelta di specifici materiali e un’energia d’impatto inferiore a 66J.
Quindi il FlyFast 2.0 è il primo drone in Italia ad aver conseguito questa certificazione. Ora è possibile condurre operazioni specializzate critiche in quanto considerate di regola operazioni specializzate non critiche senza che l’operatore debba di sua iniziativa richiedere una nuova autorizzazione

Continua a leggere

xiro-xplorer-mini-il-drone-pieghevole-per-selfies

A distanza di un anno dal debutto al CES di Las Vegas dello scorso anno XIRO, marchio per i prodotti consumer della Zero Tech, ha annunciato l’uscita in europa del nuovo Xplorer Mini: un drone pieghevole di piccole dimensioni pensato pensato per i “dronies” l’equivalente volante dei “selfie” tanto amati dagli utenti dei social network come Facebook e Instagram.

app-xiro-iphone-xplorer-mini-android

L’Xplorer Mini si pilota tramite tramite segnale WiFi utilizzando un’App per smartphone Android e iOS (l’App XIRO è scaricabile gratuitamente dagli store ufficiali Apple e Android). Questo mini drone misura 31 x 31 x 5,5 cm e pesa 431 grammi e ha un range operativo di 100 metri. Può volare per circa 15 minuti grazie a un pacco batteria 3S da 1650 mAh.

Continua a leggere





walkera-rodeo-8

Da qualche settimana la Walkera ha iniziato la distribuzione del nuovo racing quad indoor Rodeo 110. Questo piccolo quadricottero da corsa è pensato per le gare al chiuso dove i quad da corsa tradizionali sono troppo veloci. Il telaio è realizzato in fibra di carbonio, ha una lunghezza di 11cm e viene fornito con una unica PCB che si occupa delle funzioni degli ESC, ricevente e trasmissione video a 5.8Ghz.

Continua a leggere

powerray-caratteristiche

Nei giorni scorsi a Las Vegas si è svolta la cinquantesima edizione dell’International Consumer Electronics Show (meglio conosciuto come CES): la più importante fiera del mondo dedicata all’elettronica di consumo. Per quanto riguarda il mondo dei droni una delle novità più interessanti è stata proposta dalla PowerVision, gigante del settore IT specializzato in tecnologie come il big data e la robotica conosciuto nel mondo dei multicotteri per l’innovativo PowerEgg, il rivoluzionario quadricottero che si chiude come un uovo. Questa ditta ha svelato il PowerRay, un drone subacqueo pensato principalmente per gli amanti delle pesca che permette di esplorare il mondo sommerso.

Il PowerRay consente di tenere sotto controllo il movimento dei pesci fino a 70 metri di profondità (questo drone può immergersi fino a 30 metri sott’acqua ma il sonar interno può rilevare i pesci per ulteriori 40 metri). Il sistema WiFi integrato ha un raggio di trasmissione di circa 80 metri. Il dispositivo di ricerca dei pesci, PowerRay Fishfinder, è separato dal drone quindi può essere utilizzato anche come come un dispositivo autonomo per la ricerca dei pesci (inoltre è dotato d una luce blu con una tonalità scelta appositamente per attirare i pesci).

Continua a leggere





dji-filtro-nd

Per la rubrica “Non tutti sanno che”, storico appuntamento irrinunciabile della Settimana Enigmistica parleremo oggi dei filtri ND, disponibili per le videocamere di molti droni, sia professionali che consumer. Il filtro ND, sigla che significa “Neutral Density”, è una sorta di lente aggiuntiva che si monta davanti all’obiettivo di una videocamera o fotocamera.

Apparentemente sembra solo un vetro scuro, in realtà è una vera e propria lente trattata in modo tale da poter trattenere una certa quantità di luce, e consentire così riprese o fotografie anche là dove la luce è troppo intensa.

Dopo la sigla ND infatti trovate sempre un numero, che normalmente è 4, 8 oppure 16 ma può arrivare fino a 1000. Il numero indica proprio la capacità del filtro stesso, più alto è il numero infatti minore è la quantità di luce che arriverà al sensore della videocamera.

Continua a leggere

Zaino Mavic Manfrotto

Segnaliamo che DJI ha inserito nel catalogo di accessori per il suo Mavic uno zainetto reperibile sullo store ufficiale prodotto però da Manfrotto con caratteristiche che lo rendono particolarmente attraente. Realizzato con un materiale sottoposto a un trattamento particolare che lo rende resistente all’umidità ed allo sporco, lo zaino può contenere agevolmente il drone, la radio, batterie e quanto necessario per il volo.

Manfrotto per coloro (quei pochi) che non lo sapessero è azienda italiana con sede vicino a Vicenza, ed è leader nel mondo per la realizzazione di accessori e componenti per i mercati fotografici sia professionale che consumer. Stativi, supporti, teste e naturalmente borse e zaini sono da molti anni nel catalogo dell’azienda ed apprezzati in tutto il mondo.

 

Continua a leggere