menu alto

Tag Archives | scaler

Fra le novità della Horizon Hobby che saranno disponibili nei negozi di modellismo italiani questo natale troviamo il nuovo scaler rock crawler ECX Barrage in scala 1/24. Il modello viene venduto in versione RTR assemblato e pronto all’uso con batteria, caricatore e radiocomando ECX 2.4GHz.

Il telaio è realizzato in alluminio con rollcage protettiva e utilizza una trasmissione a quattro ruote motrici, sospensioni 4-Link e elettronica waterpoof. Le ruote utilizzate sul Barrage sono prodotte su licenza ufficiale Falken e sono la replica delle Wildpeak MT, inoltre ad arricchiere la carrozzeria troviamo anche un sistema di LED e una ruota aggiuntiva.

Continua a leggere

immagine non disponibile
immagine non disponibile
immagine non disponibile
Slider

Io per lavoro produco automodelli statici per collezionismo e per hobby ho sempre fatto RC racing a vari livelli in varie categorie. Lo ammetto senza problemi, gli Scaler e il Crawling li ho sempre seguiti poco. Non ho mai avuto l’occasione di approfondirne la conoscenza.

Frequentando le fiere di settore, con il  mio lavoro di giornalista, guardando i siti come Hobbymedia e frequentando amici che praticano queste due discipline non sono completamente analfabeta sugli argomenti Scaler e Crawling, ma non posso nemmeno dire di conoscerli a fondo. Dal punto di vista dei telai e dei numerosi accessori, dei set up parzialmente si, ma la disciplina nel suo DNA no. Ci sono aspetti che mi sono oscuri, ma come tutto il modellismo mi incuriosisce.

Forse dirò delle ovvietà per chi pratica queste discipline, ma per chi non le conosce forse sarà uno spunto anche per migliorare ambienti diversi da questo. Le mie impressioni al #recong6 sono state forti, sensazioni che mi fanno pensare e ragionare. Sensazioni che voglio condividere con voi.

Telai e gomme sono ovviamente studiati per funzionare al meglio sui terreni di utilizzo, per avere grip nei punti scivolosi, arrampicarsi sulle rocce, muoversi agevolmente nei fiumi e tanto altro.

Le carrozzerie e i numerosi accessori servono per dare quel realismo che non si limita all’essere bello da vedere sia sulla mensola di casa che nei percorsi più o meno difficili tra fango, rocce e boschi.
Carrozzerie rifinite come quelle di un’auto vera, abitacoli curati, piloti verosimili, luci funzionanti e tanta, ma tanta coreografia che è li per puro gusto estetico, per trasmettere passione e realismo a chi pratica e a chi osserva da fuori. Non serve, non è funzionale, non fa andare meglio, anzi a volte è proprio il contrario perché è peso da spostare che crea qualche problema di baricentro, ma offre quell’alone di avventura intorno al modello che rende affascinante la categoria.

Tutto quello che si può mettere nel cassone di un pick up o su un portapacchi, lo trovate. Il realismo dei mezzi è assicurato anche da adesivi, scritte, targhe, specchietti retrovisori, verricelli, ganci traino e molto altro tutto in scala…
Ho visto gomme, attrezzature da campeggio, servizi antincendio, generi di sopravvivenza, taniche e fusti di benzina, bombole del gas, ombrelloni, casse di birra, griglie e tantissimo altro. Tutto come se fossero dei veri mezzi pronti a partire per un campeggio “estremo” o una missione in ambienti ostili come il deserto o una foresta.

Fin qui nulla di particolare, sono cose che abbiamo sempre visto. Magari non curati come certi modelli presenti qui oggi, ma li abbiamo sicuramente visti.

Quello a cui però non ero preparato sono le famiglie. Sono abituato a vedere piccoli gruppi di amici che condividendo la passione, fanno trasferte assieme. Raramente vedo qualche fidanzata che chiacchiera a bordo pista annoiata dalle macchine che girano.

Qui invece ho visto nonno, papà, mamma, figlio e cane tutti in giro assieme, ognuno con il suo modello (tranne il cane), con la radio in mano a divertirsi, passando un week end lontani da lavoro, stress, vicini di casa, politica, arrabbiature e altri veleni della vita quotidiana. Sempre sorridenti anche quando il modello precipita per 5 metri di scarpata.

Continua a leggere

I ragazzi della Carisma hanno appena svelato il nuovo (e abbastanza economico)  Coyote basato sul telaio SCA-1E rovinando un po’ la festa al gigante Traxxas che ha recentemente iniziato la distribuzione del nuovo scaler TRX4 Land Rover Defender.

Lo scaler della casa americana ha l’elettronica waterproof e quindi lo staff della Traxxas ha deciso di mostrarlo in azione durante una giornata di pioggia nel video “Rainy day RC adventure”.

Continua a leggere





Gli amici della Carisma in occasione del rilascio del nuovo automodello Coyote basato sul telaio SCA-1E hanno  lanciato il nuvo sito web carismascaleadventure.com destinato a diventare il punto di riferimento per tutti i modellisti che hanno deciso di condividere questa nuova piattaforma.

Ricordo che il Coyote come gli altri modelli radiocomandati della Carisma è distribuito in Italia dalla Bizmodel di Novara.

Continua a leggere

La Carisma distribuita in Italia dalla Bizmodel ha presentato il Coyote, il suo primo scaler in scala 1/10. Il modello è basato sul nuovo telaio SCA-1E e verrà fornito assemblato e pronto all’uso con radiocomando, pacco batterie e caricatore. Fra le caratteristiche annunciate troviamo ammortizzatori a corsa lunga con sospensioni 4-Link, motore 35T, regolatore di velocità con Crawler Mode waterproof e compatibile con pacchi batterie LiPo, servo con ingranaggi in metallo e ricevente compatibile FHSS.

Aspettando maggiori informazioni sulla data di uscita del modello potete vedere il video promozionale prodotto dalla Carisma con il Coyote in azione.

Continua a leggere





Presto presso la Kair RC sarà di nuovo disponibile lo scaler Axial SCX10 II. Il telaio AXIAL SCX10 introdotto nel 2008 ha di fatto risolto i problemi tecnici e lasciato agli utilizzatori il tempo e la voglia di dedicarsi alla cosmetica ed al realismo del proprio modello. Il nuovo SCX10 II mantiene l’essenza del telaio precedente ovvero i frame metallici sezione a C ma viene rinnovato quasi completamente.

Nuovo asse pignone riproduttivo AR44 , servo montato sullo chassis (CMS), trasmissione ridisegnata, supporto batteria anteriore, sospensioni in alluminio progettate per azzerare rimbalzi. Queste sono solo alcune delle nuove specifiche dell’ SCX10 II.

Continua a leggere